• Tutto
  • Cybersecurity
  • GDPR

Il sito del Reddito di Cittadinanza non è conforme alla privacy

GDPR, il sito del Reddito di Cittadinanza regala dati a Google e Microsoft? – Privacy Italia Il 4 febbraio sarà ricordato come il giorno della presentazione del sito dedicato al Reddito di Cittadinanza, un portale che inizialmente fornirà informazioni per poi accogliere, da marzo, le domande per ottenerlo. Fino alle 15:00, digitando il dominio Redditodicittadinanza.gov.it, ci veniva proposta in una pagina di servizio «sito in costruzione», scarna nei contenuti e ricca di servizi nascosti agli occhi degli utenti. C’era un problema e riguarda la Privacy, purtroppo presente anche nel sitoSEE DETAILS

Investimenti in Cybersecurity anche grazie al GDPR

Le tre principali minacce per le aziende sono il phishing, il malware e le frodi. Lo ha spiegato @Fabio Cappelli, partner EY Responsabile Cybersecurity per Italia, Spagna e Portogallo, presentando l’EY Global Information Security Survey 2018-19 secondo il quale quest’anno sulla cybersecurity si è investito il 44% in più rispetto all’anno scorso mentre negli ultimi tre anni il 45% delle imprese italiane ha effettuato acquisti di beni e servizi collegati alla cybersecurity. L’Italia al tempo del Gdpr, investiti 1,5 miliardi in cybersecurityIn tema di cybersecurity oggi le tre principali minacce perSEE DETAILS

Il ministro giapponese per la sicurezza informatica non ha mai usato il computer

Il ministro giapponese incaricato della sicurezza informatica è sotto i riflettori per aver riconosciuto di non aver mai usato un computer e aver fatto commenti per dimostrare che non ha idea di cosa possa essere una porta USB. La deputata del partito Yoshitaka Sakurada, responsabile anche delle Olimpiadi di Tokyo del 2020, ha risposto alle domande dei legislatori indipendenti e di opposizione, suscitando sconcerto dalle risposte ricevute. Se vi occupate di sicurezza informatica ma non sapete neanche cosa sia una chiavetta Usb e non avete mai utilizzato un computer, evidentementeSEE DETAILS

Google non rispetta il Gdpr per l’organizzazione europea dei consumatori

Sette associazioni di consumatori di diversi Paesi europei hanno comunicato che presenteranno reclami contro Google per il mancato rispetto del Gdpr. Ad annunciarlo è il BEUC (Bureau Européen des Unions de Consommateurs), un gruppo che rappresenta 32 associazioni di consumatori europee.   Google non rispetta il GDPR: raccolti dati sensibili all’insaputa degli utenti | DDay.it L’organizzazione europea dei consumatori (BEUC) ha accusato Google di raccogliere dati sui propri utenti in modo anomalo, senza rispettare i principi del GDPR. La società avrebbe tracciato la posizione degli account anche con il GPS spento. Read more    SEE DETAILS

Industria 4.0 e Cyber security

Le aziende dell’industria manifatturiera che stanno adeguando il parco macchine secondo il modello industria 4.0, nella maggior parte dei casi sottovalutano la possibilità di essere potenziali prede di crminiali informatici ed hanno adottato misure piuttosto ridotte per proteggere i loro sistemi.Un rapporto di Kaspersky Labs pubblicato recentemente afferma che nella prima metà del 2017 le aziende manifatturiere erano le più sensibili alle minacce informatiche: i loro computer rappresentavano circa un terzo di tutti gli attacchi.Cyber security per IoT e GDPR: come garantire la sicurezza informatica in aziendaNon è possibile pensareSEE DETAILS

Garante Privacy multa Vodafone per violazione privacy

Il Garante Privacy ha contestato a Vodafone le violazioni previste dalla normativa privacy per l’effettuazione delle telefonate promozionali e l’invio di sms a un rilevante numero di utenti di telefonia fissa e mobile senza il loro consenso. Il Garante per la protezione dei dati personali ha ordinato a Vodafone il pagamento di una sanzione amministrativa di 800 mila euro per aver svolto attività di marketing in violazione della  normativa antecedente al Regolamento europeo. L’ingiunzione fa seguito ad un precedente provvedimento con il quale il Garante aveva vietato all’operatore telefonico l’invio diSEE DETAILS

Blockchain: compatibile con la privacy?

In occasione del decimo anniversario del documento di Satoshi Nakamoto, abbiamo davvero bisogno di parlare ancora di Bitcoin? Credo proprio di sì e oggi mi concentrerò su un aspetto di questa tecnologia non ancora sufficientemente approfondito: la privacy.La base della blockchain (ogni transazione è aggiunta alla cronologia e scritta in “blocchi”) si è ritorta contro molti cybercriminali. Il grande successo nel rintracciare gli esecutori materiali di un cybercrimine dipende dal fatto che le loro transazioni rimangono registrate per sempre nella catena di blocchi. Emerge, quindi, un’importante domanda: perché le autoritàSEE DETAILS

WordPress 4.9.6: tutte le novità per gestire il GDPR

Lo stavamo aspettando da un po’ di tempo, vero? Il nuovo aggiornamento del CMS più diffuso del web è disponibile per tutti: ecco WordPress 4.9.6, un passaggio che viene presentato come un passo in avanti rispetto a tematiche come la privacy e la sicurezza.Hai capito bene, e immagino che tu abbia già letto qualcosa sull’argomento. C’è molta attenzione intorno al topic del trattamento dei dati personali, ma il rapporto tra GDPR e WordPress non si traduce con la semplice installazione di un’estensione. Il CMS ha promesso delle integrazioni in terminiSEE DETAILS

Il futuro della cybersecurity? è la lotta macchina contro macchina

Il futuro dipinto da William Gibson nel suo libro Neuromante sembra ancora molto lontano, ma non a Nir Zuk, fondatore e CTO di Palo Alto Networks. Durante il suo intervento all’Ignite 18 di Amsterdam, Zuk ha puntato tutta la sua attenzione sulla sicurezza fatta di big data e per un motivo ben preciso: “Se c’è una cosa che abbiamo ormai capito” – ha detto dal palco – “è che le macchine sono molto più efficaci degli uomini nei compiti che riusciamo ad assegnargli e gli attacchi informatici sono per loSEE DETAILS

I 5 Super Eroi del GDPR per proteggere i dati

Con il Gdpr la questione privacy si è fatta ancora più seria, e chi ha il compito di garantire il rispetto delle regole deve essere organizzato in un certo modo. Il Sole 24 Ore segnala cinque figure professionali, ognuna con compiti e responsabilità precise, tutte in campo per la protezione dei dati.1. IL TITOLARE. Negli studi associati può essere l’associazione, uno o più singoli professionisti; il compito di chi assume questo ruolo – che tra l’altro ha piena responsabilità – è determinare le finalità e le modalità del trattamento, e coordinare leSEE DETAILS